L’ex amica

Caro lettore, clicca qui di fianco per scaricare gratuitamente l’ultimo racconto che ho scritto: L’ex amica.

Eccone l’incipit:

L’operatrice trasse una lunga boccata dalla sigaretta, che pendeva sconsolata dall’angolo delle sue labbra. L’estremità dell’infernale cilindretto s’illuminò sfrigolando, mentre lei controllava, per l’ennesima volta, che i documenti redatti per il bando di concorso fossero corretti.

“Ma cosa cavolo li riguardo a fare, che li ho già letti dieci volte e vanno bene?”, sbottò all’improvviso, arrestando l’operazione mentre una mini valanga di cenere si staccava dalla sigaretta e andava a sgretolarsi sul bordo della scrivania.

L’operatrice era distratta. E nervosa. Qualcuno, quella mattina, le aveva fatto una soffiata. Le avevano detto che, nel primo pomeriggio, sarebbe passata in ufficio, per una consulenza, una certa Elena Manfredi di Ostiglia. L’operatrice aveva registrato quella informazione e si era segnata l’appuntamento in agenda, come sempre faceva onde evitare dimenticanze imbarazzanti o, peggio, fatali. Aveva incominciato ad occuparsi del bando a cui l’azienda avrebbe dovuto partecipare, tranquilla e serena, quando all’improvviso qualcosa aveva iniziato ad insinuarsi nella sua mente. Qualcosa di strano, di sinistro, fastidioso come un tarlo che continui a rosicchiare un mobile nel buio. Come un cattivo presentimento che ti rovini la giornata. Un brutto ricordo che corroda il subconscio e punga nel vivo dell’anima quando meno te lo aspetti.

Elena Manfredi.

Ostiglia.

Elena Manfredi.

Il suo cervello continuò ad arrovellarsi su quella stringa di suoni fastidiosamente famigliari – ma ancora privi di collegamenti – ancora per poco, cercando di associare alle frequenze sonore un viso, un ricordo, un’esperienza. Il faticoso download delle informazioni cessò di colpo qualche minuto dopo, con un’improvvisa e gelida rivelazione che le folgorò la coscienza.

Elena Manfredi di Ostiglia.

Elena Manfredi di Ostiglia!

Cazzo.

L’operatrice ebbe un sobbalzo che le fece cadere la sigaretta di mano e fece scivolare la poltrona a ruote almeno mezzo metro indietro, provocando il quasi ribaltamento della proprietaria dei glutei che vi stavano appoggiati sopra.

Cazzo, Elena Manfredi. Nooooooo.


To be continued… Per leggere tutta la storia, l’ex amica.

Immagine di copertina di Juergen_G @pixabay

Annunci

Anna Rambaldi presenta “Racconti oltre la logica”

Il blog dell'editore

Racconti oltre la logica

di

Anna Rambaldi

Scheda tecnica del libro…

copertina racconti oltre la logica

Titolo: Racconti oltre la logica

Autore: Anna Rambaldi

Genere letterario: Fantastico – grottesco

Casa Editrice: Youcanprint (Self publishing)

Anno di pubblicazione: 2016

Codice ISBN: 9788892633056

Formato: Cartaceo ed e-book

Pagine: 218

Prezzo:  14.99 euro (cartaceo) – 2.99 euro (digitale)

Intervista all’autrice di Racconti oltre la logica

Buongiorno a tutti, lettori de Il Blog dell’Editore! Siamo lieti di presentarvi Anna Rambaldi, l’autrice di “Racconti oltre la logica”, una raccolta di quattro storie fantastiche e grottesche, che rompono, appunto, i limiti della logica!

Ma ora, passiamo la parola all’autrice, per scoprire qualcosa in più su di lei e la sua opera!

Anna Rambaldi Anna Rambaldi

Un saluto a tutti i lettori de Il Blog dell’Editore! Mi chiamo Anna Rambaldi, ho 33 anni, sono laureata in Lingue e Letterature Straniere, sono una lettrice e una scrittrice “accanita” fin…

View original post 699 altre parole

Tripudio di sapori ed emozioni alla 5a cena gourmet Pesce-Cioccolato-Tartufo

locandinaIeri sera ho avuto l’onore di partecipare a un evento gastronomico che non ho esitazione a definire di altissimo livello, presso il Circolo culturale La Contrada, a Bonizzo di Borgofranco (Mn). Si trattava di una cena gourmet con un menu davvero singolare, in cui i piatti erano studiati a partire da tre ingredienti base: pesce, tartufo e cioccolato.

Uno potrebbe dire: “Ma che c’entra il cioccolato con il pesce?” Oppure: “Ma che c’entra il tartufo col cioccolato?” O ancora: “Ma come, pesce e tartufo insieme???” E, in effetti, a riguardo, se ci si pensa bene, l’abbinamento di queste coppie di ingredienti sembrerebbe essere abbastanza arduo. Metterli insieme tutti e tre, poi, cioccolato-pesce-tartufo, potrebbe suonare ancora più strano. Io, ad esempio, la prima volta che me ne hanno parlato, quasi non ci credevo.

Eppure, c’è chi questi tre elementi è riuscito a sposarli non solo con originalità e audacia, ma anche con grandissima maestria e saggezza. Sto parlando di Francesco Grossi, il cuoco-scrittore che ieri sera, insieme alla mamma Rosa e al fratello Luigi – l’una in cucina e l’altro in sala – è riuscito a dar vita a un evento unico nel suo genere.

Il menu, ricco e fantasioso, era composto da un aperitivo con piccoli spiedini di brie

stuzzichini
Gli stuzzichini. Immagine di Davide Bertelli

ricoperti di cioccolato fondente e gamberoni al bacon e cioccolato; un antipasto con crema di baccalà mantecato ricoperta da scaglie di tartufo, scorzette di arancia e cioccolato fondente, e accompagnata da una millefoglie con crema di formaggio fresco, anch’essa al tartufo; un primo piatto di risotto agli scampi affiancato da fonduta al tartufo e petali di cioccolato, e ravvivato da granella di nocciole e tre diversi tipi di pepe; un secondo di polipo al tartufo con caponata di melanzane al cioccolato, e infine un dolce composito: tortino di cioccolato con cuore fondente e tartufato, crema catalana e le famose “piramidi di Bonizzo”.

Io so che in questo momento tu che stai leggendo avrai l’acquolina in bocca, al pensiero di assaporare questi piatti. Bene, sappi che ieri sera la realtà ha largamente superato la fantasia, e che ogni portata era di un equilibrio e di una bontà veramente unici.

baccalà
La crema di baccalà mantecato

In particolare, credo di dover segnalare la crema di baccalà, vellutata e delicata, perfettamente bilanciata dalla freschezza della scorza degli agrumi e dal carattere amaro della salsa di cioccolato; il polpo al tartufo accompagnato dalla sua favolosa caponata al cioccolato, caratterizzata da un sapiente mix di sapori (l’agro delle cipolle, la tendenza dolce delle melanzane, il dolce/amaro del cioccolato e l’accento acidulo del pomodoro in salsa; in pratica, una magistrale interpretazione di un piatto siciliano che a molti potrebbe sembrare fin troppo audace).

Alla fine, quando ormai il palato era ebbro di sapori che definirei senza dubbio lussuriosi, il colpo di grazia: il dessert, una fantasia dello chef nella quale, a mio parere spiccavano le ormai rinomate “piramidi di Bonizzo”, e cioè gli inconfondibili, imponenti cioccolatini con il cuore di tartufo fondente. In poche parole, un tripudio di sensualità brevettato dallo chef, sicuramente votato ad entrare nella storia gastronomica della bassa mantovana.

Quando ho scritto che si è trattato di un evento unico nel suo genere, non sono stata del tutto sincera. In effetti, quella di ieri era la quinta edizione della Cena Gourmet Pesce-Cioccolato-Tartufo, che il cuoco Francesco “La Contrada” Grossi da qualche tempo porta in scena con successo nel periodo autunnale. Ogni volta, però, le portate sono diverse, e ho il sospetto che Francesco incominci dal giorno successivo alla cena a studiare e ricercare per l’evento dell’anno dopo.

A dare valore alla cena, inoltre, ci ha pensato la brava Nicoletta Bertolani, che ha

nicoletta e francesco
Francesco Grossi e Nicoletta Bertolani. Foto di Davide Bertelli.

introdotto ogni portata con brevi ma significative informazioni sui prodotti impiegati, sulla loro storia e provenienza, incluse alcune curiosità capaci di rendere l’esperienza gustativa ancora più intensa. Per esempio, lo sapevi che il polpo comune ha tre cuori? E che il riso carnaroli deve il suo nome al collaboratore del risicoltore Angelo del Vecchio che per primo, nel 1945, ha dato vita a questo particolare incrocio di riso?

In conclusione, ora io non posso fare altro che ringraziare Francesco, Luigi e Rosa per aver saputo creare una serata memorabile, all’insegna del gusto, del piacere della convivialità e anche della cultura. Ora non resta che aspettare per vedere che cosa lo chef metterà in tavola (e in scena) l’anno prossimo…

libro.jpg
Il libro appena pubblicato dallo chef. Lo trovate alla Contrada a Bonizzo.

 

Aperitivo “pluriartistico” @ Gianetto (Bondeno), il 10 settembre

gianetto
Relax in campagna, nei dintorni del B&B Gianetto

Carissimi, con immenso piacere vi comunico che, per il prossimo 10 settembre, sto organizzando una serata con letture, musica e fotografia al B&B Gianetto, a Settepolesini di Bondeno (Fe).

Il luogo è incantevole: ci sono stata alcune settimane fa, per visitare la mostra dei lavori grafici di Carlo Costanzelli e, non appena sono arrivata, mi è sembrato di essere catapultata in un film di Fellini… Avete presente in Amarcord, quando lo zio del protagonista – interpretato da Ciccio Ingrassia – sale sull’albero e comincia a creare scompiglio? Ecco, l’atmosfera era pressoché quella 🙂

Il B&B, gestito dal giovane e brillante Marcello Sita, si è trasformato, in queste settimanecopertina estive, in una interessante attrazione – oltre che per la bellezza e la magia del paesaggio in cui è immerso – anche per il famoso labirinto nel granoturco che è stato allestito nella zona circostante, e che ha intrattenuto e divertito grandi e piccini.

In questo magnifico contesto, a partire dall’ “ora aperitivo”, leggerò alcuni brani del racconto L’Uomo allo Specchio, tratto dal mio ultimo libro, Racconti oltre la Logica. Le letture saranno intervallate dall’esecuzione di alcuni brani di musica lirica, interpretati da Elisa Biondi (soprano) ed Elena Maioli (pianista classica).

Al contempo, sarà anche possibile visitare un’esposizione di fotografie di Rita Marchetti, che ha realizzato una mostra con cui sarà possibile interagire e grazie alla quale i partecipanti all’evento potranno – se lo vorranno – lasciare una propria traccia.

Sono davvero entusiasta di poter dare vita a questa serata, in cui diverse arti si intrecceranno e si fonderanno per lasciare – questa è la mia speranza – un bellissimo ricordo a chi sarà presente.

A breve pubblicherò gli ultimi dettagli… Nel frattempo vi presento le altre artiste e vi do appuntamento a domenica 10 settembre. Buon proseguimento di estate 🙂

elisa2ELISA BIONDI 

Diplomata in canto lirico al conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, Elisa Biondi si è perfezionata in Francia e ha partecipato a svariate produzioni a livello nazionale, come l’opera “Lo scoiattolo in gamba” di Nino Rota, l’ “Oedipus Rex” di Stravinskij, il “Prometheus” di Orff e la “Cavalleria Rusticana” di Mascagni.

Ha partecipato a numerosi concerti in circoli lirici e, in qualità di solista, si è esibita nel “Gloria” di Vivaldi, nella cantata “Wachet auf, ruft uns die stimme” di J.S. Bach, nello Stabat Mater di Pergolesi e nella Missa Brevis di Haydn.

ELENA MAIOLIelena

Diplomata in pianoforte al Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, Elena Maioli è anche insegnante, educatrice e pittrice. Dal ’98 ha insegnato pianoforte in numerose scuole, come la scuola di musica di Ostellato (Fe), e la “Auxing” di Bondeno (Fe); è tuttora docente alla Monteverdi di Sermide (Mn).

Dal 2010 è titolare di Diapason, progetto nell’ambito del quale si occupa della creazione di percorsi di educazione al suono rivolti ai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie. Elena è anche attiva nel campo delle arti visive come pittrice e disegnatrice, e partecipa a collettive e personali presso associazioni d’arte e gallerie.

ritaRITA MARCHETTI

Rita Marchetti è insegnante di yoga, per lavoro e per passione, ed è grande amante della fotografia. Per l’occasione, ha allestito un percorso espositivo ispirato alle sensazioni e alle idee ispirate dal mio racconto, L’Uomo allo Specchio. I visitatori potranno interagire con la sua mostra (non voglio però rovinarvi la sorpresa) e, se farà loro piacere, potranno portare a casa con sé un ricordo della serata.

Lascio ora, virtualmente, la parola a Rita, che ci svela:

… credo che le parole portate dalla lettura del racconto siano state delle finestrelle, delle porticine, degli specchi da cui il mio inconscio sia riuscito a sbirciare. Le parole sono un mezzo taumaturgico potentissimo…

 

Presentazione Racconti oltre la logica il 6 luglio a Quingentole (Mn)

corte matiola
Agriturismo Corte Matiola, Quingentole (Mn)

Carissimi amici e lettori, vi anticipo che giovedì 6 luglio sarò ospite dell’Agriturismo Corte Matiola a Quingentole (Mn), dove nel corso di un bellissimo “aperitivo letterario” parlerò del mio ultimo libro, Racconti oltre la Logica.

Durante l’evento si potrà visitare una mostra pittorica di Franca Goldoni, titolare dell’agriturismo e imprenditrice capace di coniugare la passione per l’arte con quella dell’ospitalità e della cucina.

Sono molto entusiasta di partecipare a questa iniziativa e di inserirmi in un contesto così ricco di energie creative!

Presto vi fornirò maggiori dettagli; per ora mi limito a ringraziare Elena Tondelli per l’organizzazione, Franca Goldoni per l’ospitalità e Nicoletta Bertolani – interprete, traduttrice e lettrice incallita – che anche stavolta, con la sua verve e la sua simpatia, farà da madrina alla serata.

A presto con tutte le altre informazioni e buona estate a tutti 🙂

Ps: questo il link all’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/

Lavori in corso…

Cari amici,

proprio ieri ho iniziato a scrivere una nuova storia, che avrà come protagonisti un bambino curioso, il Mago Lucèrmide e la nebbia…

Vi lascio qui l’incipit (provvisorio):

Il bambino sporse con cautela il capo da dietro il tronco rugoso del salice. Eccolo lì, finalmente. Era la prima volta che riusciva ad arrivare così vicino alla casa del Mago Lucérmide. Le volte che aveva sognato di arrivare fin lì, invece, erano innumerevoli. A dire il vero, quasi tutte le notti, prima di addormentarsi, immaginava di avvicinarsi alla casa di colui che fabbricava la nebbia, per spiarlo di soppiatto mentre compiva il suo lavoro millenario.

Spero di potervi svelare di più molto presto 🙂

Presentazione di Racconti oltre la logica a Poggio Rusco (MN)

nicoletta2
Nicoletta Bertolani

Cari amici,

vi comunico che venerdì 20 gennaio p.v., alle ore 18, presenterò il mio nuovo libro, Racconti oltre la logica, alla Biblioteca Comunale di Poggio Rusco “A. Mondadori, nell’ambito del programma della Libera Università Poggese – L.U.Po.

Con me ci sarà, in veste di moderatrice, Nicoletta Bertolani, interprete e traduttrice, grande amante dei libri, brillante presentatrice di eventi nel territorio poggese e non solo.

Colgo l’occasione per ringraziare l’Ass. alla Cultura e all’istruzione Angela Prevedi per avermi invitata a parlare del mio ultimo lavoro, e tutto lo staff della biblioteca che ospiterà l’evento.

Un caloroso abbraccio a tutti coloro che saranno presenti e tanti auguri di buon anno a tutti gli altri!

A presto.